Inclusione


 

figura strumentale: prof.ssa Chiara Amigoni 
contatti:  chiara.amigoni@iisaltierospinelli.it
gruppo di lavoro –

 

 

La scuola è aperta a tutti ( Art. 34 Cost.)

Una delle caratteristiche portanti della nostra scuola (riconosciuta e presa a punto di riferimento dai sistemi scolastici del mondo occidentale) è senza dubbio il suo carattere inclusivo, testimoniato da numerosi interventi normativi e formativi. La didattica inclusiva nasce come una possibile risposta alle nuove sfide che la scuola si trova ad affrontare al giorno d’oggi, in termini di complessità, inclusione, nuove modalità di apprendimento, nuovi stili didattici, coinvolgendo tanto gli alunni quanto gli insegnanti. Il concetto di partenza è quello di una scuola che deve passare dall’integrazione degli studenti ad una reale inclusione degli stessi, in un clima partecipativo e collaborativo.

Per ottenere una piena inclusione infatti si rende necessaria la modifica dell’ambiente in classe ma non solo, al fine di consentire le espressioni individuali e le caratteristiche degli studenti, che necessariamente saranno sempre diverse a seconda dei contesti. Le complessità che la scuola deve fronteggiare sono infatti molte, e riguardano i più svariati ambiti dell’apprendimento: una scuola inclusiva deve sapersi adattare anche alle diverse esigenze di apprendimento degli studenti.

 

RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 118/71 art 27   
DPR 970/75
Legge 517/77
Sentenza 215/1987 Corte costituzionale  attuata con la CM 262/1988
Legge 104/1992
LEGGE 28 marzo 2003, n.53 
Testo unico D.Lgs 297/1994 
DPR 394/1999 in materia di intercultura e stranieri 
Nota Miur 4274/2009  Linee guida sull’integrazione scolastica degli alunni con disabilità
Direttiva MIUR sui BES 27 dicembre 2012  e CM Miur  operativa del 6 Marzo 2013
Piano annuale inclusività – Miur 27 giugno 2013
Legge 107/2015 buona scuola 
Dlgs 96/2017 sull’integrazione scolastica

 

CIRCOLARI DIRIGENTE

Costituzione del GLI (Gruppo di lavoro per l’Inclusione) a.s. 2019-20 – Nomina della dirigente GLI

 

 
ATTIVITA’ 2019-2020

STUDIO INSIEME (Amigoni-Taino) – Progetto “strutturale” dentro la macro-area dell’inclusione intesa come supporto – nelle classi del biennio – al recupero scolastico e al raggiungimento del successo formativo.  All’interno di quest’esperienza si sperimenta: il peer-to-peer ovvero  l’aiuto degli studenti di quarta e quinta superiore all’utenza del biennio nell’ottica di sviluppare modalità di insegnamento-apprendimento tra pari, che dovrebbero apportare benefici dal punto di vista didattico ed educativo.

CENTRO ASCOLTO MOLASCHI ( Iuculano) – un’occasione di confronto e ascolto con Studenti, per riflettere su problematiche didattiche e motivazionali, nonché avere consigli su percorsi post-diploma o per affrontare il mondo del lavoro.

PROGETTO MATITA (Allegra-Soli) – far riflettere gli studenti sui simboli matematici e la loro codifica verbale (e, viceversa, sciogliere i nodi derivanti dall’incomprensione dei testi dei problemi), ai fini di velocizzare la comprensione delle richieste e migliorare la possibilità di risoluzione dei quesiti.

L2  (Orban )  – Potenziare le competenze e conoscenze della lingua italiana in alunni non italofoni al fine di condurli al successo formativo e ad una piena integrazione. I destinatari del progetto sono gli alunni NAI (neoimmessi nel sistema scolastico italiano) e gli alunni in Italia da non più di 4 anni, per i quali la barriera linguistica non consente di seguire adeguatamente il percorso didattico e scolastico. Creazione di tre gruppi di livello previo test linguistico. Livello linguistico CEFR (Quadro comune europeo di riferimento).

 

Anni precedenti

inclusione 2018-19