Educazione Civica


Costituzione, Diritto (nazionale e internazionale), legalità e solidarietà.  Ma anche Sviluppo sostenibile, educazione ambientale, conoscenza e tutela del patrimonio e del territorio,  Cittadinanza digitale.

Sono questi alcuni assi su cui si basa il nuovo insegnamento di Educazione Civica predisposto – in ottemperanza alle norme vigenti – per tutti gli studenti della nostra scuola, deliberato dal Collegio docenti.

 

Commissione Docenti:  Naim – Beluzzi – Pezone –  Caputo

 

 

Compiti del Gruppo di lavoro docente

  •       Favorire l’attuazione dell’insegnamento dell’educazione civica attraverso azioni di accompagnamento, di formazione e supporto alla progettazione;
  •       Verificare che i contenuti proposti nell’articolazione del percorso didattico delle 33 ore di Educazione Civica siano corrispondenti a quelli declinati nel Curricolo d’Istituto;
  •       Curare il raccordo organizzativo all’interno dell’Istituto con i docenti di classe;
  •       Collaborare con la funzione strumentale PTOF e con i Referenti d’Istituto di Ed. Civica;
  •       Verificare, per le classi affidate in quanto coordinatore, in occasione delle valutazioni intermedia e finale, che siano state registrate le attività svolte da ogni classe, le tematiche affrontate e le indicazioni valutative sulla partecipazione, l’impegno e il rendimento, in funzione della proposta di voto; 
  •       Presentare periodica relazione ai Referenti d’Istituto, evidenziando i traguardi conseguiti in termini di punti di forza e sottolineando le eventuali criticità da affrontare.

 

Attività 

 

L’Istituto A. Spinelli ha aderito al progetto “Educazione stradale nelle scuole” promosso da Regione Lombardia DG Sicurezza in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia, finalizzato alla promozione tra i giovani studenti del terzo, quarto e quinto anno delle scuole secondarie di secondo grado della cultura della prevenzione nell’ambito dell’educazione stradale.
Il progetto si articola su due unità didattiche all’interno delle quali si possono scegliere i moduli in modo da personalizzare il percorso formativo. Vengono trattate tematiche come: la funzione delle forze dell’ordine, la percezione del rischio, i tempi di reazione, la capacità di attenzione e concentrazione, la guida in stato di ebbrezza, le responsabilità civili e penali; gli incontri sono tenuti da esperti che lavorano nel settore.
Le UDA previste sono:
  • Prevenzione e Rischi  (sviluppo di una coscienza critica in merito ai vari sistemi di mobilità sulla strada)
  • Stili di vita corretti e Sicurezza stradale  – prevenzione in situazioni di abuso di alcool, droga, diseducazione alimentare (consapevolezza dei fattori patologici che possono causare pericoli e danni alla circolazione)
Il sito di riferimento del progetto é: //www.educazionestradalelombardia.it/
  • giovedì 20 maggio dalle 9 alle 11, con dott. Magnaghi su “terapie farmacologiche ed effetti collaterali”
  • venerdì 21 maggio dalle 11 alle 13, con dott. Magnaghi su ” sostanze tossiche ed equilibrio psicofisico”
  • mercoledì 26 maggio dalle 9 alle 11, con dott. Peroni su “gli effetti dell’alcool sull’organismo”
  • giovedì 27 maggio dalle 11 alle 13, con Magnaghi su “stanchezza, torpore e colpi di sonno”
L’incontro verterà sui primi punti dell’unità didattica  prevenzione degli incidenti, principali cause incidenti, identificazione dei rischi.

L’idea – in collaborazione con CRI – coinvolge in fase iniziale la classe  3LA:  prevede un incontro con successiva realizzazione di un prodotto multimediale sul tema del volontariato dei giovani i quali vogliono essere pronti a rispondere alle sfide umanitarie emergenti.

Giovani motivati – si afferma nella mission del progetto –  dal desiderio di produrre un cambiamento positivo, di affrontare le sfide umanitarie analizzandone le motivazioni e i processi. Il terreno su cui ci si muove è quello delle città, quartieri, scuole, università, cerchie sociali. ( consulta il progetto qui – cittadinanza attiva in pandemia )

 

Approfondimenti